Luigi Lusenti marzo

Title
Vai ai contenuti
                                      LUIGI LUSENTI
                                                             fotografo - giornalista - scrittore
                                                                    luigilusenti@gmail.com










“Colazione a Sarajevo”
l'ultimo mio libro

dalla post fazione di Costanzo Ioni

“Colazione a Sarajevo” esce più di vent'anni dopo i fatti che vengono narrati. Non è un saggio, non è neppure un reportage seppur il racconto è il più fedele possibile. E' più l'espressione di uno stato d'animo, un patchwork quasi sempre di situazioni vissute. L'autore, fra il 1991 e il 1996, ha partecipato attivamente a manifestazioni per la pace sia nelle più sicure retrovie dell’Unione Europea sia, in prima linea, sotto i palazzi minacciosi degli oligarchi jugoslavi, ha attraversato più volte i territori in guerra per spedizioni di soccorso, è stato corrispondente del Manifesto, ha avuto un ruolo di primo piano in operazioni quali Telefonski Most. Nel suo testo l’autore recupera dichiarazioni e commenti di una pluralità di persone incontrate in questi anni: sindaci, scrittori, militari, politici, non si tratta esclusivamente del resoconto di quanto raccolto nella sua attività di corrispondente di giornali ma piuttosto di una chiamata in causa, per contribuire insieme, coralmente, a mostrare l’oggetto della narrazione.
ll tono pacato della narrazione non esprime pertanto rassegnazione o reticenza ma piuttosto pudore e non esita a rimarcare tutta la violenza che scaturisce da quell’intrico di contraddizioni e paradossi che si agitano nel labirinto geografico e sociale dei Balcani. Lusenti non evita di descrivere nel suo complesso anche il mondo di cui fa parte, quella comunità di pacifisti e giornalisti che ha pagato un duro prezzo con numerose vittime sul campo ma che comunque non è esentata da critiche ad alcuni eccessi e deviazioni. E’ dunque un resoconto senza omissioni e si prova una sensazione di inadeguatezza, anche per esprimere un semplice commento, rispetto a questa pluralità di vicende descritte, una narrazione ancora più inquietante perché consapevole di rappresentare solo un frammento, seppur esemplare, di migliaia di accadimenti.










ultima modifica: 05/10/2020
luigilusenti@gmail.com
Torna ai contenuti